Dalle Dolomiti alla Sila. A vedere le stelle. Le mete ideali per assistere allo spettacolo delle Perseidi nella prossima notte di San Lorenzo





«Se le stelle, anziché brillare continuamente sopra le nostre teste, fossero visibili solo da un particolare luogo del pianeta, tutti vorrebbero andarci per assistere allo spettacolo». Era una frase che amava pronunciare Margherita Hack. 
E come darle torto? Lo sguardo che scruta il cielo, torna a creare lo stato d'animo degli uomini che vissero in secoli lontani, affascinati dalle stelle. E il viaggio nella profondità del cielo è un rito che torna puntuale ogni notte di San Lorenzo quando lo sciame di Perseidi (la caduta delle stelle è da imputarsi al passaggio, all'interno dell'orbita visiva terrestre, degli asteroidi della costellazione Perseo) diventa l'occasione per esprimere i desideri più nascosti e affidarli al buio. 
Continua a leggere l'articolo di Repubblica che per quanto riguarda la Calabria dedica uno spazio al parco nazionale della Sila dove si svolge la manifestazione “Sotto i cieli del Parco” giunta alla IX edizione, organizzata dall'Associazione Star Freedom Onlus in collaborazione con l'Ente Parco (ingresso gratuito).
In  Calabria vi sono almeno 4 grandi aree di cieli "certificati", per lo scarso inquinamento luminoso, oltre alla già citata Sila, ricordiamo: Il parco del Pollino, il parco delle Serre e il parco d'Aspromonte. Per rimanere affascinati dalla volta celeste, non è necessario un telescopio o un binocolo, bastano gli occhi e lo spettacolo è garantito.






La notte nel Parco Nazionale della Sila. Credit Repubblica



Share on Google Plus

About Lanostracalabria

    Blogger Comment
    Facebook Comment