Il borgo di Stignano il paese natale del figlio più illustre della Calabria, Tommaso Campanella

Con le sue bellezze: La stupenda Villa Caristo, Il castello San Fili, Convento di Sant'Antonio da Padova ed altro




Stignano borgo della locride ,provincia di Reggio Calabria in Calabria, sorge abbarbicato su una collina dalla quale si gode di un panorama invidiabile. Stignano conta circa 1360 ab. (I° gennaio 2015). Le origini storiche di Stignano sono alquanto incerte, tuttavia il suo nome appare per la prima volta in un documento del 1310 (Presbiter Leo de Stignano), qui nacque il pittore Francesco Cozza (Stignano 1605- Roma 1682) artista molto importante del 600, suoi affreschi si trovano in molte chiese e palazzi a Roma e in altre parti d’Italia, alcuni suo capolavori sono conservati in prestigiosi musei italiani e stranieri.


Ma a Stignano è nato anche il figlio più illustre della Calabria, il filosofo Tommaso Campanella (Stignano 5 settembre 1568- Parigi 21 maggio 1639), in effetti sui natali del filosofo calabrese, c’è da tempo una disputa fra Stignano e Stilo, tuttavia un decreto ministeriale del 1968 afferma che Tommaso Campanella è nato a Stignano che a quel tempo apparteneva alla contea di Stilo. Stignano ha conservato le caratteristiche urbane dei borghi medievali con le case addossate le une alle altre e le vie e i vicoli stretti.


Molte le cose da vedere a Stignano. Villa Caristo XVIII Sec, Convento di Sant'Antonio da Padova XVII Sec, Castello San Fili XVII Sec, Torre San Fili XVI Sec, Chiesa dell'Immacolata Concezione XVI Sec, la casa natale di Tommaso Campanella, Chiesa di San Rocco XVIII Chiesa dell'Annunciazione (Matrice),

Le foto sono tratte dal web
Clicca sulla foto per vedere la galleria fotografica


Share on Google Plus

About Lanostracalabria

    Blogger Comment
    Facebook Comment