Caminia e Copanello due gemme, regine dello Jonio, da visitare in ogni periodo dell'anno.Clicca per goderti la loro bellezza

Il mare di Copanello



Caminia






Caminia e Copanello due perle dello jonio,contigue fra di loro, entrambe fanno parte del comune di Stalettì in provincia di Catanzaro. Due località turistiche fra le più belle e apprezzate della Calabria,da godersi non solamente in estate ma in qualsiasi periodo dell'anno grazie al loro clima decisamente dolcissimo anche in pieno inverno

 Caminia e Copanello Si trovano nel cuore della Costa degli Aranci, in quel tratto di costa che si affaccia sul golfo di Squillace .
Scogliera di Copanello
L'isolotto Scoglio di Pietragrande





Caminia  è una delle località più suggestive della costa degli Aranci, grazie alla sua lunga spiaggia color avorio incastonata nella splendida scogliera di granito grigio. Un'incantevole località balneare estiva, vitale luogo di incontro per giovani turisti, un luogo in grado di ristabilire il perfetto equilibrio tra uomo e natura in ogni stagione dell'anno.



Baia Di Copanello 
Le grotte di San Gregorio


Calagrande



Copanello è una delle più importanti stazioni balneari della Calabria, una gemma della costa degli Aranci. L'alta scogliera su cui sorge il paese si protende nel mare limpido, pescoso e ricco di plancton, interrompendo brevemente la spiaggia vasta e spaziosa. Intorno alla scogliera, piccoli scogli rocciosi sparsi qua e là disegnano un variopinto fondale marino di notevole bellezza.




Tra Caminia e Copanello sono presenti diverse località, come le famose Vasche di Cassiodoro dove gli antichi romani allevavano le murene e i cui fondali  sono caratterizzati da sabbia bianchissima; la grande varietà di concrezioni di cui sono ricoperte le rocce, la presenza di archi rocciosi, tane e spacchi dove trovano rifugio spigole, saraghi e persino cernie, rappresentano un vero e proprio paradiso per le immersioni, soprattutto notturne; questa zona ha una valenza storica ed archeologica di grande rilievo; altra meta da non perdere è la famosa Spiaggetta alla quale si accede principalmente via mare, ma esistono altre entrate, anche naturali; la Torre del Palombaro molto frequentata da sub o da chi per mezzo della barca o del pedalò desidera fare un bagno tra le acque pulite e calde di queste vasche naturali; la Grotta di S. Gregorio.
Entrambe le località sono particolarmente attrezzate con  impianti alberghieri e balneari in grado di soddisfare anche i turisti più esigenti.
Come raggiungerle
In areo: Aeroporto  di Lamezia terme,areoporto Sant' Anna di Crotone
In Treno: Stazione di riferimento principale Soverato

In auto: autostrada A3 uscita Lamezia Terme proseguire per la SS 280 uscita Germaneto e proseguire per la SS 106.












Share on Google Plus

About Lanostracalabria

    Blogger Comment
    Facebook Comment